Legge di Bilancio 2021: ecco le misure per l’edilizia e per la casa

Legge di Bilancio 2021
Condvidi

La Legge di Bilancio 2021 ha apportato una serie di attesi interventi sulla fiscalità legata all’edilizia e all’immobiliare, introducendo le auspicate proroghe dei bonus casa, e innovando diversi aspetti sulle locazioni.

Cerchiamo di fare il punto su tutte le misure contenute nel provvedimento, in una sintetica panoramica.

Le misure sulla casa

Cominciamo dalle misure sui bonus casa. Come anticipato nelle scorse righe, il governo si è concentrato più che altro sul prorogare le agevolazioni già in essere nel nostro ordinamento, confermando così sia l’Ecobonus al 100% che il Bonus ristrutturazioni. Confermato per tutto il 2021 anche il Bonus mobili, il beneficio fiscale sulle spese legate all’acquisto di mobili ed elettrodomestici: contrariamente allo scorso anno, però, nel 2021 viene innalzato da 10.000 euro a 16.000 euro il tetto di spesa per poter usufruire del benefit fiscale.

Trovano altresì conferma anche il Bonus facciate, con una detrazione del 90% sulle spese di rifacimento delle facciate degli edifici, comprensive dei balconi, e il Bonus verde, per la sistemazione delle aree verdi degli immobili esistenti: per questa agevolazione fiscale è possibile ricorrere alla sola detrazione in sede di dichiarazione dei redditi, non essendo percorribile la strada della cessione del credito o dello sconto in fattura.

Infine, una piccola annotazione su quella che è probabilmente l’unica vera novità nel mondo delle agevolazioni fiscali legate all’edilizia e alla casa, come il Bonus idrico. Il bonus, già ribattezzato, “bonus rubinetti”, eroga un contributo fino a 1.000 euro per le famiglie e fino a 5.000 euro per i pubblici esercizi, finalizzato a favorire le operazioni di sostituzione di rubinetti, soffioni e sanitari, in favore di quelli a minore spreco di acqua. Per comprendere termini e modalità di fruizione, si dovrà attendere l’emanazione di un decreto ministeriale, che non dovrebbe tardare oltre il mese di febbraio. È tuttavia noto che i benefici verranno erogati fino ad esaurimento del relativo fondo.

Le misure sugli affitti

Integriamo la panoramica di cui sopra con un elenco delle principali misure sugli affitti, per quanto non particolarmente numerose.

In particolare, evidenziamo come la Legge di Bilancio 2021 abbia prorogato al 30 aprile 2021 il termine del credito di imposta al 60% per gli affitti di immobili non abitativi. Evidentemente immutata anche la cedolare secca sugli affitti brevi, con il legislatore che ha tuttavia precisato che il ricorso a questo regime fiscale alternativo possa essere ammesso solamente nel caso in cui il contribuente non ponga in locazione più di quattro immobili, superati i quali scatterebbe la presunzione di attività di impresa.

Concludiamo infine sottolineando l’introduzione di un bonus per gli affitti degli studenti fuori sede, al fine di alleggerire almeno in parte gli oneri legati al sostenimento della locazione di un appartamento nel luogo di frequenza del percorso accademico. Il beneficio è riservato a tutti gli studenti con Isee inferiore a 20.000 euro, iscritti a un ateneo statale al di fuori del proprio comune di residenza e senza aver beneficiato di altri contributi pubblici per le stesse spese di alloggio.

Ti è piaciuto questo articolo?

Vuoi essere avvisato quando ne pubblicheremo altri?

La tua privacy è al sicuro. Rispettiamo le normativa GDPR Ue 2016/679
lvconsulenza